AR ed ESA stessa casa editrice

postato in: Case editrici, Serie | 0
Immagine n. 2096 della serie stampata con il marchio AR
Immagine n. 2096 della serie stampata con il marchio AR

I collezionisti della produzione AR (Ambrosiana) conoscono molto bene i santini della Serie 2000, pubblicati dalla casa editrice milanese a partire dagli anni 30 del Novecento.

La serie marchiata AR più collezionata dopo la Serie Z, fu stampata in tre diversi formati, due a bordi fustellati e uno a bordi lisci, per un totale di immagini complessivo che supera le 2400 (per l’ultima immagine osservata, la 2410, consultate l’elenco AR – Serie 2000 su questo sito).

la stessa immagine stampata con il logo ESA
la stessa immagine stampata con il logo ESA

In attesa della pubblicazione del mio lavoro sulla completa ricostruzione storica della casa editrice, voglio condividere con gli amici collezionisti della produzione AR, una informazione.

Molti si sono accorti già da diverso tempo che i santini della Serie 2000 stampate con il marchio AR, sono identici in tutto – in pratica sono delle copie – a quelli di un’altra serie, anch’essa denominata 2000, ma che presenta un marchio diverso. Si tratta del marchio ESA (Edizioni Sacre Ambrosiane) di Milano.

Diverse le ipotesi formulate fino a oggi, fra cui quella del sottoscritto, che nel breve saggio Sulle tracce della casa editrice AR si chiedeva: «perché fondare due diverse aziende, che svolgano la stessa e identica attività, per giunta nello stesso periodo?».

Il mio pensiero di allora era che la «ESA stampasse le sue immaginette nello stabilimento della AR, applicando sulle immaginette il proprio logo identificativo».

Idea non del tutto errata, ma che oggi, alla luce di nuove scoperte, va formulata in maniera più precisa.

Senza voler anticipare molto di quanto da me scoperto, chi ha letto il saggio sopra citato e mi segue da un po’ di tempo, sa che il marchio AR fu rilevato prima da Revoiera Edoardo e poi dalla S.A.R.S. (Società Anonima Riproduzioni Sacre), più nota con  il nome di Ambrosiana.

Ebbene, va detto che attorno a questa grande casa editrice gravitavano diversi marchi (nulla di strano, si pensi a Bertarelli), non solo italiani, fra cui anche quello ESA, che era dunque di proprietà della S.A.R.S.  La conferma – non poteva essere altrimenti – viene da un catalogo pubblicato dall’Ambrosiana intorno alla fine degli anni Trenta, nel quale sono pubblicate le varie serie stampate, fra cui alcune con il logo ESA.

Come si può notare chiaramente, i due santini sono perfettamente identici
Come si può notare chiaramente, i due santini sono perfettamente identici
Copyright (©) Tutti i diritti riservati

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

AlphaOmega Captcha Classica  –  Enter Security Code