Benito Mussolini si trova in Paradiso. Lo ha detto una santa.

pubblicato in: Curiosità | 1

Il rapporto del duce con la religione fu alquanto discutibile. E questa è cosa nota. Racconta Indro Montanelli (“Storia d’Italia”), che durante la sua permanenza in Svizzera, in un pubblico contraddittorio con un pastore protestante, prese dalla tasca il suo orologio e urlò: «Se Dio c’è, gli dò due minuti di tempo per fulminarmi». Quindi incrociò le braccia in attesa del terrificante evento, che non si verificò.

Luttino di Benito Mussolini stampato nel 1957

Ma Mussolini seppe anche sfruttare la religione per consolidare il suo potere e la sua popolarità. Non è un caso se la “Conciliazione” fra l’Italia e il Papato – i famosi Patti Lateranensi –  avvenne proprio sotto il suo governo, riuscendo a guadagnarsi anche una certa benevolenza da parte degli ambienti ecclesiastici. A cominciare da Papa Pio XI, che, in quell’occasione, riferendosi al duce affermò che ci voleva  «un uomo come quello che la Provvidenza ci ha fatto incontrare».

Qualche anno prima (1926) lo stesso Pontefice aveva duramente condannato il «criminale attentato il cui solo pensiero ci rattristae ci fa rendere grazie a Dio del suo fallimento», quando Mussolini fu sparato, non mortalmente per sua fortuna, da Anteo Zamboni.

Sembra infine che una presunta conversione dell’ateo e anticlericale Mussolini avvenne grazie al Frate di Pietrelcina. Si discute ancora sull’autenticità di una lettera, custodita al Museo Villa Mussolini di Forlì, che il duce avrebbe scritto a Padre Pio, nella quale egli dichiara che «Ella mi ha riportato a Dio», firmato “Suo Mussolini”. Mentre, viene attribuito alla moglie Rachele un racconto secondo cui, il Frate, oggi santo, durante un incontro le avrebbe riferito: «L’anima di suo marito potrà andare in Paradiso, in quanto si è pentito di alcuni suoi sbagli».

un santino della Venerabile Edvige Carboni

Mussolini è andato davvero in Paradiso?

Secondo la Venerabile Edvige Carboni – proclamata da Papa Francesco lo scorso 4 maggio 2017 – parrebbe proprio di sì. Afferma la veggente che, dopo una permanenza di sei anni in Purgatorio, il 21 marzo 1951 l’anima di Benito Mussolini è riuscita a entrare in Paradiso.

Qualche lettore sarà rimasto stupito nel leggere quanto sopra. Ma – si sa – le vie del Signore sono infinite e un personaggio importante come Mussolini non poteva che prendere l’autostrada e arrivarci prima.

Se avete trovato il post di vostro interesse potete esprimere la vostra opinione postando un commento o semplicemente condividendolo su uno dei vostri profili social cliccando su una delle icone poste all’inizio dell’articolo.

 

 

 Copyright (©) Tutti i diritti riservati

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

  1. Gian Piero Pacini

    Il soggetto in questione ha dimostrato anche in questo frangente di essere il personaggio che abbiamo (se si è voluto) conosciuto: un guito, un istrione, purtroppo interpretati nella maniera più tragica che la storia recente abbia conosciuto. Occorre sottolineare però che la Chiesa Cattolica, da Costantino ad oggi, Ma del resto tutte le religioni, ha condiviso il potere con la politica prestandosi a numerose coperture variamente interpretate e applicate con sistemi da psicologia manipolata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

AlphaOmega Captcha Classica  –  Enter Security Code