I santini “brasiliani” della AR

postato in: Serie | 0

Fra le tanAR lingua portoghesete case editrici che stamparono santini nel secolo scorso, l’Ambrosiana – o AR, com’è conosciuta dai più, in base alla sigla che compone anche il logo -, fu tra le più prolifiche. Probabilmente, dopo la cessazione dell’attività di grandi stabilimenti, come quello della Santa Lega Eucaristica, di Bertarelli e di E. B. & C. (Edoardo Berardi), a Milano, ma potremmo benissimo dire in Italia,  la casa editrice Ambrosiana – Società Anonima Riproduzioni Sacre (questo il nome completo) fu sicuramente quella più importante, i cui santini fece conoscere anche all’estero.

La Serie O (“zero”) fu stampata negli anni 50 del Novecento, per il mercato brasiliano; ragion per cui è poco conosciuta dai collezionisti italiani. Molto simili per caratteristiche tecniche e per formato a quelli della  Serie Z ,  questi santini riproducono immagini di santi venerati nei santuari brasiliani.

Prendiamone uno come esempio. Quello che vedete nell’immagine sopra, a sinistra, è il numero 0215 della serie. Nonostante, infatti, la scritta Serie 0215 farebbe intendere che si tratti del nome della serie stessa, tuttavia ritengo che, zero sia il nome della serie e quello seguente, invece, sia il numero progressivo della medesima. Come potete notare, anche lo stile è quello tipico della Serie Z italiana, anche se il numero di serie si trova nell’angolo destro, opposto a quello dove è stampato il logo della casa editrice.

AR lingua portogheseZoom

Come accennavo sopra, la serie si riferisce ai santuari venerati in Brasile. Nel caso specifico, il santino riproduce le statue e la chiesa del santuario di São José de Ribamar, un paese brasiliano dello Stato del Maranhão. Qui potete osservare due foto delle statue e della chiesa, tratte dal web

sao-jose-de-ribamar

  Chiesa Ribamar

Va precisato che, questa serie non va confusa con l’altra, sempre destinata al mercato brasiliano, che si richiama più direttamente alla nostra Serie Z, ovvero la Serie Z/O, (Zeta/Zero). La caratteristica di quest’ultima (potete osservare un esemplare nella foto a sinistra) è infattBrasilei quella di riprodurre soggetti appartenenti non necessariamente a santuari brasiliani, ma la cui devozione è tuttavia molto sentita nel paese latinoamericano.

Che si tratti di una serie diversa, lo si capisce subito dalla sigla. Nel caso specifico del santino qui rappresentato, ovvero il numero Z/037, le caratteristiche sono quelle classiche della Serie Z che conosciamo benissimo.Serie Z italiana

Voglio ribadire, anche se forse non ce ne sarebbe bisogno, che questa non ha nulla a che vedere con la Serie Z italiana, per cui i santini appartenenti a questa serie non possono essere classificati in quella italiana.

A destra, si osservi la corrispondente immagine numero 37 della Serie Z italiana, di seguito riportata. Come potete vedere chiaramente si tratta di un soggetto differente: non è la Madonna de La Salle a essere rappresentato, ma Gesù.

 Copyright (©) Tutti i diritti riservati

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

AlphaOmega Captcha Classica  –  Enter Security Code