I santini del monastero di Maredret

pubblicato in: Case editrici, Serie | 1

Il monastero di Maredret fu fondato in Belgio, nella provincia di Namur, l’8 settembre 1893, per opera della Madre Cecile de Hemptinne. Nel 1900 divenne abbazia.

L’imagerie – ovvero l’attività di stampare immaginette religiose – risaliva a una tradizione piuttosto antica delle suore che nei secoli precedenti si dedicavano alla realizzazione di miniature e illustrazioni di libri d’ore.

Già dal 1894 le suore dell’abbazia avevano allestito nel monastero un laboratorio, nel quale erano realizzate immaginette che venivano dipinte a mano.

Ma è nel 1905 che ha inizio la stampa delle immaginette che noi filiconici conosciamo molto bene. Le caratteristiche immaginette portano stampata sul margine inferiore la scritta IMALIT MAREDRET, ovvero IMAGERIE LITURGIQUE, cioè produzione di immaginette dedicate alla liturgia.

Dopo i primi anni, e cioè fino al 1922 – durante i quali sono le stesse suore del monastero a stampare le immaginette – quando la richiesta di santini diviene più importante, esse ne affidano la stampa a tipografie esterne.

Purtroppo della primissima produzione restano pochissime e rare tracce.

I collezionisti conoscono soprattutto i santini “seppiati”, realizzati in fototipia durante gli anni Venti e Trenta, lasciando successivamente il posto alla produzione offset degli anni Quaranta e Cinquanta.

Va detto che, se la stampa era affidata – come accennato – a stabilimenti esterni al monastero, i disegni originali portavano sempre la firma delle suore dell’abbazia.

Qualche studioso ha diviso la produzione in tre differenti periodi:

  1. dalle origini ai primi anni Trenta;

  2. dal 1936 al 1965;

  3. dal 1966 in poi.

Diversi i soggetti raffigurati, mentre lo stile richiama le influenze dei benedettini di Beuron e dell’Art Nouveau. La serie più famosa è la A.P. (circa 300 soggetti) – dalle iniziali della disegnatrice, Suor Anne Pierre – realizzata in milioni di copie e diffusa nei principali paesi – Belgio a parte – dalla Francia all’Italia, agli USA fino in Australia.

Interessante la serie B.P. (Bons Points) di circa 100 soggetti in formato mignonettes

e la serie S.G. (Serie Gothique) dallo stile dichiaratamente gotico (52 soggetti).

Possiamo ben dire che con la produzione Maredret il Belgio torna in un mercato, quello delle immaginette religiose, che aveva dominato per oltre due secoli (dalla fine del XVI agli inizi del XIX) con gli editori di Anversa.

Se avete trovato il post di vostro interesse potete esprimere la vostra opinione postando un commento o semplicemente condividendolo su uno dei vostri profili social cliccando su una delle icone poste all’inizio dell’articolo.

Copyright (©) Tutti i diritti riservati

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Lascia una risposta

AlphaOmega Captcha Classica  –  Enter Security Code