I santini fustellati del Cav. G. Canedi

postato in: Case editrici | 0

Canedi 1La scritta CAV. G. CANEDI – MILANO stampata lungo il margine inferiore del verso si trova in prossimità dell’angolo inferiore sinistro, mentre su quello opposto si legge Made in Italy.

I santini popolari del Cav. Canedi sono molto conosciuti dai collezionisti filiconici. Quelli più esperti riescono a identificarli anche solo osservando il tipo di fustellatura che, si badi bene, non è esclusiva di questo editore, ma sicuramente è tipica della sua produzione.

Una produzione che comincia intorno alla metà degli anni Venti del Novecento e continua fino agli anni Quaranta, senza contare le orribili riproduzioni stampate negli anni 50-60 da qualche piccolo tipografo.

Chi era G. Canedi purtroppo, al momento, non ci è dato sapere.

A parte la sua ricca produzione di santini popolari, cui vanno aggiunte anche immagini oleografiche e policrome di grande formato, di lui non sappiamo praticamente nulla, neppure il nome: quella misteriosa “G” potrebbe indicare un “Giuseppe”, “Giovanni” o qualunque altro nome con la stessa iniziale.

Le immagini raffigurate sui santini sono quelle classiche, peraltro diffusissime nel periodo di cui stiamo trattando, comuni cioè alla produzione di numerosi altri piccoli editori.

Va detto, in proposito, che il Cav. Canedi doveva essere quello che si dice un “editore puro”, ovvero uno che si occupava della creazione, stampa e vendita dei santini, affidando però ad altri il processo di stampa. Ciò spiegherebbe come mai i santini che portano la sua firma sono simili dal punto di vista iconografico a quelli di molti altri editori.

Canedi rv
Un tipico santino popolare firmato Cav. G. Canedi

I santini degli anni Venti firmati Canedi sono cromolitografici, spesso stampati su carta “telata”, mentre la produzione successiva, pur mantenendo lo stesso tipo di fustellatura, è realizzata in offset.

Stesso tipo di fustellatura per un santino firmato Rinaldini di Napoli
Stesso tipo di fustellatura per un santino firmato Rinaldini di Napoli

Non risultando il suo nome neppure sulle guide commerciali dell’epoca, si potrebbe pensare che fosse un semplice rivenditore di immaginette, come ne esistevano a iosa durante la prima metà del Novecento, e non soltanto a Milano. Né mi è mai capitato di trovare un suo catalogo, ammesso che ne abbia fatto stampare uno.

I santini popolari di Canedi hanno il formato classico, con misure di cm 5,8 x 10,5, sono facilmente reperibili a prezzi piuttosto contenuti, che variano dai 2,00 ai 5,00 Euro.

Copyright (©) Tutti i diritti riservati

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

AlphaOmega Captcha Classica  –  Enter Security Code