La festa della mamma “fascista” in un santino della Eb, Serie Seppia

pubblicato in: Generale, Serie | 1

Considero questo santino uno dei più belli e interessanti della Serie Seppia, realizzato dalla casa editrice Eb (Enrico Beretta) di Milano.

Si tratta dell’immagine n. 476 e raffigura una bellissima Madonna con Bambino, in primo piano nella prima parte dell’immaginetta, che domina su una folla di mamme che tengono in braccio i loro bambini.

Sul verso una Preghiera per la «Giornata della Madre» fa comprendere che siamo di fronte a un santino commemorativo.

Nonostante il titolo di questo articolo, sarebbe un errore confondere la festa della mamma, che tutti conosciamo oggi, e che quest’anno (2019) cade domenica 12 maggio, con l’altra. Essa, infatti, risale al 1914, anno in cui fu ufficialmente istituita negli Stati Uniti d’America. In Italia, la festa dedicata alle mamme fu ufficializzata nel 1958.

Ma il santino in questione è – come ben sanno gli amici filiconici – degli anni Trenta del Novecento e si riferisce, come accennato, alla Giornata della madre.

La Giornata della madre e del fanciullo fu istituita dal regime fascista nel 1933 e la sua ricorrenza era stata fissata il 24 dicembre. Scopo della propaganda di regime era quello di celebrare le figure della madre e del figlio, con evidente richiamo a quelle della Madonna e di Gesù. La purezza della donna e il sacrificio del figlio maschio erano temi molto cari al regime, che così peraltro sfruttava l’avvenuta conciliazione con la Chiesa. Guardate il video di YouTube che riproduce un filmato dell’epoca girato dal noto Istituto Luce.

Anche il testo della preghiera sembra confermare i toni propagandistici del governo

Ottenete ad esse che sono il grande presidio delle famiglie
e delle Nazioni, lo spirito dell’amore tenero e forte
per la loro famiglia, lo spirito della sapiente ed amorosa
cura per le loro case, lo spirito del sacrificio per le
anime loro affidate, l’anima dei figli, l’anima dei loro sposi.

Se avete trovato il post di vostro interesse potete esprimere la vostra opinione postando un commento o semplicemente condividendolo su uno dei vostri profili social cliccando su una delle icone poste all’inizio dell’articolo.

Copyright (©) Tutti i diritti riservati
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

AlphaOmega Captcha Classica  –  Enter Security Code