Le immaginette del Cav. A. Marini

postato in: Case editrici | 5
Comolitografia A. Marini, Serie A. Inizi Novecento
Comolitografia A. Marini, Serie A. Inizi Novecento

Chi non ha mai visto una delle cromolitografie firmate Cav. A. Marini, alzi la mano. Si presentano belle dal punto di vista estetico e nella scelta dei soggetti, oltreché di ottima qualità, sia nella carta che nella stampa. Sul margine inferiore del recto troviamo la famosa firma Cav. A. Marini – Roma,  o semplicemente A. Marini – Roma, mentre sul margine inferiore del verso, sotto la preghiera, si trova stampato Roma – Presso l’Eco del Pontificato – Roma.

Ma chi era il Cav. A. Marini? E l’Eco del Pontificato?

Diciamo subito che le due firme sono, dal punto di vista editoriale, indissociabili. L’Eco del Pontificato fu un importante periodico cattolico, illustrato, a cadenza bimestrale, fondato nel 1876, con sede a Roma, in via Apollinare, 16. Una rivista, dai contenuti politico-religiosi, nata su iniziativa di Antonio Marini  (poi Cav. Antonio Marini), che volle, quale direttore, il Missionario Apostolico, prof. Rinaldo de Giovanni. Il giornale fu attivo per circa 44 anni, quindi fino al 1920, durante i quali il Cav. Antonio Marini fu sempre un motore propulsore.  La famiglia Marini, aveva già conosciuto un’esperienza editoriale, grazie a Carlo Marini, fratello di Antonio, che nel 1870 aveva fondato e diretto La Frusta, periodico di carattere politico-morale.

Un’idea molto vincente di Marini, degna dei nostri più moderni giornali, fu quella di allegare, a ogni uscita del periodico, delle immaginette religiose, praticamente tutte quelle che noi collezionisti conosciamo. Lo stabilimento di produzione fu quello di Achille Bertarelli di Milano, come possiamo notare osservando queste due cromolitografie, perfettamente identiche

Una cromolitografia Marini, stampata da Bertarelli
Una cromolitografia Marini, stampata da Bertarelli (a destra)

La produzione di immaginette religiose, a firma del Cav. A. Marini, ebbe inizio durante l’ultimo decennio del XIX secolo, ma le più note, fra i collezionisti s’intende, sono le cromolitografie della Serie A, pubblicata agli inizi del Novecento (vedi immagine sopra, a sinistra, a inizio post).

Una delle prime cromolitografie firmate Marini
Una delle prime cromolitografie firmate Marini

Oggi sono sempre più numerosi gli stimatori di questa bellissima produzione.

Copyright (©) Tutti i diritti riservati

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

5 risposte

  1. Stefania Colafranceschi

    Grazie dell’approfondimento informativo Biagio.
    Stai bene
    Stefania Colafranceschi.

  2. Paola Galanzi

    Ciao Biagio,
    ho letto questo tuo articolo con sincero interesse.
    Grazie per le notizie inedite sui bei Santini cromolitografici stampate dal Cav. Marini in Roma !

  3. gianni

    Grazie x la spiegazione…io ho una max stampa del (cav.a.marini) penso che epoca del bimestrale chi aveva un abbonamento riceveva una oleografia gigante..(70x100cm circa) io ho ereditato una pietà e vorrei sapere se ha un valore!

  4. Aldo Micocci

    grazie delle info. La serie Marina è la mia preferita. Un saluto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

AlphaOmega Captcha Classica  –  Enter Security Code