Vestite a festa

postato in: Generale | 0

Nella seconda metà dell’Ottocento, i soliti editori sansulpiciani cominciarono a diffondere immaginette “vestite” meccanicamente.

Come ben sanno i collezionisti filiconici, per immaginetta vestita si intende quella che presenta dei pezzi di stoffa applicata sulle figure a mo’ di abito. Esse imitavano la produzione corrispondente, già diffusasi in precedenza, di immaginette vestite manualmente, con vellutii, sete e broccati. La tecnica dalla Francia si diffuse anche in altri paesi, come Germania e Italia.

Quelle che vi presento appartengono a una serie – composta da un totale di 13 immagini – prodotta appunto negli ultimi decenni del XIX secolo in Francia dall’ Edition de la Chocolaterie d’Aiguebelle dei monaci Trappisti di Drome.

Cominciamo dalla tecnica di stampa. Si tratta di cromolitografie stampate su carta goffrata con applicazioni di raso inserito a pressa.

La seta – come accadeva per le immaginette manufatte – serviva ad impreziosire l’immagine, rendendola più “elegante” e dunque più attraente e appetibile ai clienti cattolici.

Le immaginette della serie citata, in particolare, appaiono di ottima fattura, su carta spessa goffrata, verso bianco. Misurano cm 6,7 x 11,1. La goffratura serviva a dare l’effetto tridimensionale alla figura e anche al tatto dava la sensazione come di toccare un bassorilievo.

Le immaginette di questa serie sono piuttosto facili da reperire sul mercato, con quotazioni che si aggirano fra 10,00 e 25,00 euro.

Se avete trovato il post di vostro interesse potete esprimere la vostra opinione postando un commento o semplicemente condividendolo su uno dei vostri profili social cliccando su una delle icone poste all’inizio dell’articolo

Copyright (©) Tutti i diritti riservati
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

AlphaOmega Captcha Classica  –  Enter Security Code