Fra Leonardo e la Via Crucis al Colosseo

Come ben sappiamo, quest’anno – a causa del coronavirus – si è interrotta una tradizione nota a tutti i cattolici, soprattutto telespettatori: la Via Crucis del Papa al Colosseo, trasmessa rigorosamente in mondovisione.

Nonostante molti siano venuti a conoscenza di questa processione proprio grazie alla televisione, in realtà essa è molto più antica e risale al 1750, introdotta dal Pontefice Benedetto XIV.

Una medaglia commemorativa del 1851 ci dà l’occasione di ricostruirne la storia.

Come potete osservare, la medaglia riproduce sul dritto il Colosseo, sovrastato da San Leonardo di Porto Maurizio. La raffigurazione non è casuale, come chiarisce la scritta intorno: AN – C – AB EXITU LEONARDI FUND. PATRONI COELESTIS.

Si deve infatti a frate Leonardo da Porto Maurizio (1676-1751), minore riformato francescano, l’invenzione e la diffusione del rito della Via Crucis. Autorizzato dal Pontefice Clemente XII, ottenne che tutte le chiese praticassero tale rito. Non solo, il 27 dicembre 1750, egli riusci a far concedere dal papa una speciale benedizione al Colosseo, in quanto luogo del martirio per molti santi. Fu così che all’interno del celebre anfiteatro furono erette le 14 stazioni della passione di Gesù, mentre una enorme croce fu fissata al centro del monumento.

Ma torniamo alla nostra medaglia, realizzata da Bonfiglio Zaccagnini per volere di Pio IX, al fine di ricordare il primo centenario della morte di San Leonardo da Porto Maurizio, avvenuta appunto il 26 novembre del 1751.

Sul verso la medaglia riporta una croce in alto, con due sacri cuori che portano i simboli gesuiti del nome di Gesù e di Maria. Nella parte inferiore possiamo invece osservare gli stemmi papali di Benedetto XIV (a sinistra) e Pio IX (a destra). Intorno, la scritta SODALES AB ITINERE D – N – AD CRVC. * PIO IX P – M- PATRONO * ricorda appunto la commemorazione del rito della Via Crucis.

Nel 1870, i Savoia entrano a Roma, mentre Pio IX si ritira in Vaticano dichiarandosi prigioniero politico e rifiutandosi di riconoscere lo Stato italiano.

Da quell’anno al Colosseo non viene più celebrato il rito della Via Crucis. Nel 1959 Giovanni XXIII volle celebrare la Passione di Cristo al Colosseo, ma sarà Papa Paolo VI a ripristinare il rito tradizionale nel 1965. E così fino ad oggi. Pardon, fino all’anno scorso.

Se avete trovato il post di vostro interesse potete esprimere la vostra opinione postando un commento o semplicemente condividendolo su uno dei vostri profili social cliccando su una delle icone poste all’inizio dell’articolo

Copyright (©) Tutti i diritti riservati
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

AlphaOmega Captcha Classica  –  Enter Security Code