Gli occhi di Santa Lucia

pubblicato in: Generale, Storie di Santi | 2

È sicuramente fra le Sante Martiri più conosciute e noto è anche il suo attributo principale: gli occhi su un piattino.

Da bambino, nell’osservare la statua della Santa, mi ponevo sempre la stessa domanda: perché Santa Lucia ha quattro occhi (due in faccia e due sul piattino)?

Probabilmente la risposta al mio ingenuo quesito sta nel fatto che la classica raffigurazione della giovane martire siracusana è frutto dell’inventiva degli artisti.

Dalle agiografie più importanti apprendiamo infatti che Santa Lucia subì il martirio della decapitazione, mentre nulla si dice a proposito degli occhi.

Non si capisce se gli occhi le furono cavati dai suoi aguzzini durante il martirio o se fosse stata ella medesima a strapparseli. Probabilmente né l’una né l’altra circostanza.

Secondo la tradizione, Lucia era una giovane nobile siracusana, vissuta nell’era delle persecuzioni dell’imperatore Diocleziano. A seguito di un miracolo ricevuto dalla madre per aver pregato Sant’Agata, si avvicinò alla religione cristiana e ne abbracciò la fede, facendo voto di castità e abbandonando il fidanzato, che per vendetta la denunciò.

Processata, il Giudice la condannò a essere condotta al lupanare della città a fare la prostituta, ma stranamente nessuno riuscì a spostare il suo corpo divenuto improvvisamente pesantissimo e inamovibile.

Decine di soldati fallirono nell’impresa. In qualche racconto si dice che fosse stata legata a una coppia di buoi. Inutilmente. A quel punto il giudice decise che fosse bruciata viva, ma soltanto con la spada che la decapitò ella trovò “finalmente” la morte.

Da cosa deriva allora l’attributo degli occhi?

Sicuramente dal suo stesso nome. Lucia deriva dalla radice latina lux che significa appunto “luce”.

Quando un artista doveva rappresentare un personaggio faceva riferimento ai suoi attributi, che derivavano generalmente dalla sua storia, come nel caso degli oggetti del martirio. In alcuni casi, l’attributo (l’emblema) era diretta derivazione del nome del soggetto. E Lucia non è l’unico caso.

Si spiegherebbe così anche perché la Santa regge due occhi su un piattino, a indicare cioè la luce, intesa in senso lato come la “luce della fede“. Nel Vangelo di Giovanni  Gesù dice: «Io sono venuto nel mondo come luce, perché chiunque crede in me non rimanga nelle tenebre» (Gv. 12,46).

Ma spiega anche perché la Santa presenta i suoi occhi perfettamente sul viso e non – come ci si attenderebbe –  fuori delle orbite (come in qualche rarissimo caso), in quanto ella era perfettamente provvista di quella fede.

Il riferimento al martirio è presente di solito mediante l’attributo della palma e della spada.

Se avete trovato il post di vostro interesse potete esprimere la vostra opinione postando un commento o semplicemente condividendolo su uno dei vostri profili social cliccando su una delle icone poste all’inizio dell’articolo.

Copyright (©) Tutti i diritti riservati

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

2 Responses

  1. Antonio Scioli

    La tradizione molisana, che vede in Miranda (Is) il luogo di culto principale, parla di un martirio che vide Lucia; prima privata degli occhi, sgozzata e poi decapitata dal console Pascasio di Siracusa (che lei rifiutò per marito).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

AlphaOmega Captcha Classica  –  Enter Security Code