L’effetto wow del marketing: nell’Ottocento, gli editori di immaginette già lo usavano

postato in: Curiosità, Generale, Tecniche | 0

Per chi ancora nutrisse dei dubbi sui veri scopi che spingevano gli editori di immaginette religiose, di tutti i tempi, a produrre tipologie sempre nuove, voglio parlare di “immaginette a sorpresa“.

Produzione francese

Con questa definizione in filiconia vengono classificate quelle immaginette che presentano una parte mobile, in genere cromolitografica, applicata al centro di esse, in maniera tale da nascondere un’altra figura.

Com’è ormai noto a tutti i collezionisti, i primi a produrre questa tipologia furono gli editori sansulpiciani, ma ebbe ben presto una larga diffusione presso altri mercati dell’Europa, sia perché gli editori francesi esportarono i loro prodotti praticamente ovunque, sia perché gli editori locali imitarono quel tipo di immaginetta inserendolo nella propria produzione.

Produzione tedesca

Inutile dire che si trattava di vere e proprie operazioni di marketing, che poco avevano di spirituale. Le immaginette a sorpresa, sfruttavano appunto quello che oggi gli esperti del settore marketing chiamerebbero effetto wow, cioè sorpresa, stupore, meraviglia.

Produzione boema

Ho voluto qui riportare alcune “immaginette a sorpresa“, fra loro molto simili – come noterete – ma prodotte da editori di paesi diversi, come la Francia, la Germania e la Boemia.

Si tratta ovviamente di immaginette molto delicate, per ovvie ragioni, sempre più difficili da reperire in perfetta integrità. Chi ne possiede le conservi gelosamente.

Se avete trovato il post di vostro interesse potete esprimere la vostra opinione postando un commento o semplicemente condividendolo su uno dei vostri profili social cliccando su una delle icone poste all’inizio dell’articolo

Copyright (©) Tutti i diritti riservati
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

AlphaOmega Captcha Classica  –  Enter Security Code