Quel santino un po’ kitsch sul parabrezza

pubblicato in: Curiosità, Generale, Tecniche | 4
Un santino adesivo con l'immagine di San Francesco di Paola
Un santino adesivo con l’immagine di San Francesco di Paola

Negli anni Settanta del secolo scorso, nei quali il sottoscritto ha vissuto la sua infanzia, non c’era autovettura che sul proprio parabrezza non ne avesse in bella evidenza almeno uno. C’era infatti anche chi, pensando di ottenere una protezione maggiore, ve ne attaccava anche 4-5, qualcuno anche sul triangolino (ve lo ricordate il triangolino di vetro?) dello sportello laterale.

Oggi i parabrezza delle automobili sono tutti “puliti”, salvo la tasca adesiva del tagliando della polizza (che peraltro in Italia ormai non è più obbligatorio).

Cos’è cambiato? La gente non crede più nella protezione dei santi mentre guida; oppure semplicemente sono cambiati i gusti degli automobilisti, che curano l’estetica della propria automobile tanto quanto quella della propria persona?

Bisogna riconoscere che i santini adesivi erano (sono) un po’ kitsch. Unitamente alla targa, potevano fornire informazioni  anche sul proprietario della vettura. Per esempio, chi esponeva l’adesivo con San Francesco di Paola o con la Madonna dell’Arco, con molta probabilità era un meridionale. Meno facile all’identificazione colui che aveva l’adesivo con il volto di Gesù o della Madonna in genere.

Qualche giovane e perplesso filiconico starà cercando di inquadrare la tipologia in questione. Certamente riuscirà a identificarli  bene osservando quelli postati qui nelle foto,

Come accennato, questi santini avevano lo scopo di proteggere i passeggeri di un’autovettura, o di un camion. Ricordo proprio un camionista che, nell’abitacolo del suo mastodontico mezzo, accanto a poster di donne fotografate in pose di inequivocabile estetica, teneva attaccati i santini di San Francesco di Paola, del Cuore di Gesù e di Santa Rita da Cascia (penso che sia le foto che i santini lo aiutassero a riflettere sulla propria esistenza).

Ma ciò che interessa sotto l’aspetto filiconico è altro: sono questi una tipologia di santini collezionabile?

Personalmente non li apprezzo molto. A me che amo le immaginette antiche su carta e/o su pergamena, già il solo parlare di santini su plastica adesiva mi provoca una sorta di allergia.

Santino adesivo con il Volto di Gesù
Santino adesivo con il Volto di Gesù

Ciononostante, va detto che sono santini a tutti gli effetti, sia per quanto concerne le loro contenute dimensioni (cm 7,5 x 9 circa) che per la loro specifica funzione, di cui ho già detto sopra.

Quali sono i criteri di classificazione? A questa domanda non è difficile rispondere. Il collezionista ha due alternative: inserire il santino adesivo nella collezione tematica dedicata al santo di riferimento; oppure creare una collezione specifica della tipologia in questione.

Per il resto, superate l’imbarazzo e fateci sapere quali avete reperito e come li avete catalogati.

Se avete trovato il post di vostro interesse potete esprimere la vostra opinione postando un commento o semplicemente cliccando su MiPiace posto all’inizio dell’articolo.

Copyright (©) Tutti i diritti riservati

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

4 Responses

  1. Giacomo

    Da noi in Sicilia si usano ancora o per lo meno nel mio paese e nei paesi limitrofi si usano. Anzi adesso sono anche locali con il Santo e la località dove è venerato. Ho appeso l’ultimo adesivo raffigurante San Giacomo il giorno che ho preso la patente e nell’automobile erano presenti già altri adesivi

  2. angela rotundo

    Non amo neanche io questo tipo di santini, ne ho qualche uno ma sono messi in una scatola che guardo ogni tanto ,a Catanzaro dove abito macchine con questo tipo di santini se ne vedono ben poche, in compenso si vedono tanti con la coroncina del rosario ed il corno attaccati allo specchietto retrovisore sacro e profano messi insieme, l’articolo molto bello grazie

  3. Roberto

    Salve, come posso fare per avere, l’adesivo di San Francesco di Paola, per metterlo nel parabrezza della mia auto. Cordiali saluti Roberto.

  4. Giancarlo De Leo

    A mio avviso sono collezione nella collezione. Questi sono santini in plastica adesivi, ci sono poi quelli tipo patente o carta d\’identità (sempre in plastica), quelli metallici, quelli in legno ecc. ecc. ognuno nella sua \”branca\”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

AlphaOmega Captcha Classica  –  Enter Security Code